istituz ue            istituz mipaaf            istituz cal               istituz fep

“Investiamo per un’attività di pesca sostenibile”.

HomeI GACGAC Costihera

Il Territorio

L’area territoriale di riferimento comprende i seguenti comuni della fascia ionica:

Isola Capo Rizzuto, Crotone, Strongoli, Melissa, Cirò Marina

mappa costihera

Il territorio è fortemente caratterizzato dalla presenza di un consistente e vario patrimonio ittico, da una buona qualità del pescato, da un esteso sviluppo costiero e dalla presenza di zone a grande tradizione marinara ma, anche, da un’ elevata e crescente propensione al consumo di prodotti ittici,nonché dalla presenza di importanti porti turistici, quali quelli di Crotone, Isola Capo Rizzuto e Cirò Marina.

Elemento caratterizzante l’area del GAC è la presenza dell’Area Marina protetta “Capo Rizzuto”, una delle più grandi in Europa con i suoi 14.721 Ha e 42 Km di costa. Attraverso il Gac s’intende valorizzare le peculiarità delle due macro-zone, aventi ognuna caratteristiche e vocazioni omogenee, in cui il territorio può essere idealmente suddiviso:

area meridionale che  comprende i Comuni di Isola Capo Rizzuto/Le Castella e Crotone ed é caratterizzata da una vocazione di “pesca-turismo-ambiente”;

 
 area settentrionale che comprende i Comuni di Crotone, Melissa, Strongoli e Cirò Marina ed é caratterizzata da una vocazione di “pesca-turismo-enogastronomia”. 

Le due aree sono idealmente suddivise dal Promontorio di Hera Lacinia a Capo Colonna: la città di Crotone diviene, pertanto, Polo Centrale del territorio del Gac Costihera. 

Per quanto riguarda il settore ittico, negli ultimi anni, i dati che si riferiscono alla flotta peschereccia iscritta nei Registri Navi Minori e Galleggianti della Capitaneria di Porto di Crotone sono passati da 1434 a 1033 in termini di GT, con una riduzione del 28% circa e da 10024 a 8278,8 in termini di Kw, con una riduzione del 17% circa (Fonte: Capitaneria di Porto). La piccola pesca artigianale e costiera incide per il 3,132%, dell’occupazione complessiva regionale, con punte del 7,79% nel comune di Isola Capo Rizzuto, del 6,44% e nel Comune di Cirò Marina e del 1,43% nel Comune di Crotone (Dati Regione Calabria – Aquatech).

Tali dati pongono tre comuni su cinque dell’area tra i primi posti della classifica regionale per numero di addetti rispetto alla popolazione.

Sul territorio, inoltre, insistono 165 imbarcazioni, pari al 18.3% del naviglio calabrese. Oltre il 60% dei battelli della piccola pesca sono registrati nell’ufficio d’iscrizione di Crotone. Nel 2009 sul territorio regionale sono state pescate 10.505 tonnellate di pesce, di cui 5.483 provenienti dalla piccola pesca e 3.674 provenienti dallo strascico.  Nella zona del Gac le quantità pescate sono state in totale 2.394 tonnellate, di cui 925 provenienti dalla piccola pesca (17% circa del pescato calabrese) e 1.256 tonnellate dello strascico (34% del pescato calabrese).

Nonostante i dati sopra riportati siano abbastanza positivi in termini percentuali, soprattutto riguardo all’occupazione, sul territorio del Gac la produzione del comparto “pesca” non ha mai raggiunto livelli soddisfacenti, mantenendo caratteristiche di ritardo nei confronti delle altre aree dell’Italia, anche a causa dell’inesistenza di centri di servizio, di mercati, di reti distributive, di attrezzature e di strutture portuali confacenti all’attività. 


Il Partenariato

Responsabile partner o soggetto responsabile legale

Agenzia CROTONE SVILUPPO S.c.p.A.

Sito Web: http://www.flagcostihera.it/

Attori chiave/organizzazioni del partenariato

Partner pubblici

Provincia di Crotone, Comune di Crotone, Comune di Isola capo Rizzuto, Comune di Cirò Marina, Comune di Strongoli, Comune di Melissa, Crotone Sviluppo S.c.p.A., Università della Calabria, CCIAA Crotone, Lega Navale Italiana (Sezione di Crotone), Lega Navale Italiana (Sezione di Le Castella), Lega Navale Italiana (Sezione di Cirò Marina), Consorzio Parco Scientifico e Tecnologico “Magna Grecia”, Gestione Servizi S.p.A

Partner privati

Lega Regionale delle Cooperative e Mutue della Calabria (Settore Pesca), Federazione Nazionale delle imprese di pesca (Federpesca), Anapi Pesca (Associazione Nazionale autonoma piccoli imprenditori), Confcoperative (Unione Interprovinciale, Catanzaro, Crotone – Settore Pesca), Cooperativa L’Orizzonte, Poseidon Società Cooperativa, Cyclone Società Cooperativa, Itaca Pesca Società Cooperativa, Punta Neto Società Cooperativa, Marenostrum Lavorazione e conservazione di pesce società cooperativa, Società Cooperativa Pescatori Hera Lacinia, Società Cooperativa Pesca Luigi Marino, Cooperativa Punt’ Alice, Kroton Fish di Sanzone Luciano

Altri soggetti privati

Ascom Confcommercio Crotone, Associazione Provinciale degli industriali di Crotone, Unpli Comitato Calabria, Legambiente Ibis-Onlus, WWF Provincia di Crotone, I.M.T. Balestrieri S.r.l., Nautica s.a.s. di Fiorenza Settimio e F.lli, Gal Kroton.

 

Il PSL

obiettivi e Piano Finanziario

L’obiettivo generale del GAC è quello di rendere maggiormente competitiva la “zona di pesca” comprendente i Comuni di Isola Capo Rizzuto, Crotone, Strongoli, Melissa, Cirò Marina,  puntando alla valorizzazione integrata delle risorse ittiche, turistiche, agro-alimentari, artigianali e naturalistico – ambientali  del territorio.

La strategia punta ad innescare processi virtuosi di sviluppo locale, che incrementino l’occupazione e migliorino in maniera duratura la qualità di vita della comunità locale sperimentando nuove soluzioni e modalità di gestione del territorio, al fine affermare un modello di crescita basato sull’innovazione e sulla qualità ambientale: si vuole realizzare un percorso di sviluppo atto a trasformare la zona di pesca in un territorio d’eccellenza, in grado di proporre, ad una sempre più ampia tipologia di utenza, una offerta turistica destagionalizzata e di qualità, capace di integrare nel flusso turistico anche altri prodotti e servizi che caratterizzano i luoghi.

Il piano di sviluppo punta, quindi, a realizzare interventi interdisciplinari che nel loro complesso offriranno un importante contributo per la riduzione delle problematiche connesse alle attività ittiche di quest’area, anche attraverso la

 
moltiplicazione delle opportunità di integrazione e diversificazione per le aziende del settore. In tale direzione la strategia è finalizzata:

• al rafforzamento della redditività delle zone di pesca;

• allo sviluppo di nuove modalità di pesca inserendole nell’offerta turistica del territorio;

• alla valorizzare dei prodotti ittici locali attraverso l’ottimizzazione della l’intera filiera, fino alla  commercializzazione anche  integrandole attraverso la creazione di servizi permanenti di pesca,  ristorazione  e ospitalità.

 

Dall’analisi comparate delle Misure prescelte per l’elaborazione del PSL risulta quanto segue:

 

grafico costihera

 


 

 

Importo complessivo

Quota pubblica

Quota privata

Risorse a bando*

in % sul PSL

Misura 4.1

€ 284.565,00

€ 163.380,50

€ 121.184,50

€ 163.380,50

100%

Operazioni Pubbliche e in Regime di Aiuto

Misura 4.2

€ 855.076,59

€ 556.260,56

€ 298.816,03

 € 473.089,49

85,00%

Operazioni Pubbliche ed in Regime di Aiuto

Misura 4.3

€ 369.054,23

€ 300.325,92

€ 68.728,31

€ 261.467,70

87%

Operazioni Pubbliche e in Regime di Aiuto

Misura 4.4

€ 232.033,00

€ 232.033,00

-

 

 

Cooperazione Transnazionale

Misura 4.5

€ 347.899,81

€ 208.739,89

€ 139.159,92

 

 

Iniziative di Formazione, Comunicazione e Divulgazione a Gestione Diretta del FLAG

Misura 4.6

€ 232.100,21

€ 139.260,13

€ 92.840,08

 

 

Assistenza Tecnica e Gestione Dei Gruppi

TOTALE PSL

€ 2.320.728,84 

€ 1.600.000,00

€ 720.728,84

€ 897.937,69

 

* Risorse finora impiegate tramite bando al 12/03/2014.

Le Attività proposte

Previsioni meteo

Area Mobile

ittimobile

avaibleappstore  

Gallery

Powered by RTI IttiCal